Lorelei-Blueprint-In or out?

Serie di tre libri d'artista a comporre un'unica opera, pubblicato nel gennaio 1999, in un'edizione limitata di trenta copie firmate dagli artisti. Incisioni di Nadine van Den Hove, testi di Michael  James O'Brien, design Pierre Hornain.

scheda breve
Libro d'artista


Titolo: Lorelei-Blueprint-In or out?
Anno: 1999
Autore: Nadine Van den Hove- Michael  James O'Brien- Pierre Hornain
Tecnica: tipografia, acquaforte, acquatinta.
Numero pagine: -
Numero esemplari: 30
Esemplari Fondo Stamperia: 3 serie (22/30, 23/30, 24/30)

Nadine era una nostra grande amica, nostra di Roberto, Pierre e io. Una donna molto dolce, anche a volte impetuosa e soprattutto piena di curiosità ed energia. Era pittrice e si è avvicinata alla stampa d’arte quando ha incontrato Roberto, la Stamperia e noi. Viaggiava molto e una volta ha incontrato un poeta americano e così le venne l’idea di questo libro dove i testi di Harry Ghisi sono accompagnate dalle incisioni di Nadine van den Hove.

Mi ricordo Nadine che veniva in Stamperia del Tintoretto per realizzare le sue incisione sotto la guida di Roberto Mazzetto. Si lavorava e poi si mangiava tutti insieme e poi si ricominciava con più forze e energia grazie anche ai ricchi scambi tra di noi.

C’erano questi momenti di difficoltà in cui bisognava risolvere problemi tecnici dati dalle esigenze dell’opera; Roberto studiava soluzioni per la stampa e anche per la rilegatura; non era semplice per via della carta sottile e dell’esigenza di avere immagini stampate da tutte due le parte dei fogli. Così Roberto si è inventato delle pagine doppie dove la stampa delle lastre non influiva sul retro del foglio. Difficile da spiegare ma molto efficace e funzionale. Un complesso lavoro di rilegatura che ha portato molti vantaggi al libro dando anche più corpo alla carta vergatina.

Altre volte Nadine voleva creare certe immagini ma non sapeva come realizzarle allora chiedeva a Roberto o a Pierre come fare; loro davano suggerimenti e così si includevano nel libro altri elementi pensati a più mani.

Degno di riguardo è anche la stampa tipografica del testo realizzata da Pierre Hornain. Tanti caratteri, tanti formati, tante impaginazioni molto elaborate per rendere la dinamica del testo e dare soddisfazione agli autori.

Questo libro è un bel esempio di collaborazione tra i committenti del lavoro - in questo caso l’artista e lo scrittore - e la squadra di stampatore/rilegatore che mettono a frutto il loro sapere e la loro esperienza per dare vita a un libro.


                                                                                                                                                                                  Florence Faval